> Programma Mensile _

 

domenica
7 MAGGIO

MORRO D'ALBA

 

  • ore 11,00  - 13,00
    Auditorium S. Teleucania

    CONFERENZA
    Viaggio intorno a Luigi Ghirri.
    La sua fotografia, la sua idea di geografia

     

    Simona Guerra dialoga con Ilaria Ghirri

     

    L’incontro con Ilaria Ghirri, figlia del grande autore emiliano è incentrato sulla figura del fotografo e sul suo modo di esplorare e analizzare con la fotografia il mondo.

    Un’occasione in cui indagare assieme a chi lo ha conosciuto un modo di vivere e di approcciarsi alle cose prima ancora che una lettura storica del lavoro dell’autore.

    L’incontro sarà inoltre l’occasione per scoprire le opere di Ghirri e per esplorare con il pubblico i suoi più importanti lavori di indagine sul territorio e ragionare assieme su come la lezione di tale autore possa dimostrarsi ancora attuale per i fotografi di oggi.
     


 

  • ore 15,00  - 19,00
    Auditorium S. Teleucania

    CONFERENZA
    Statale 360 “Arceviese”
    Vedute e scritture nel paesaggio


    Un progetto a cura di Simona Guerra


    Relatori:
    Simone Francescangeli, Giorgio Granatiero, Simona Guerra, Stefano Mariani, Paolo Monina.

     

    Il 28 agosto 2016 quattro fotografi e una scrittrice hanno intrapreso un viaggio singolare: dall’alba al tramonto, partendo dal mare (Senigallia) hanno percorso i 45 chilometri della Strada statale 360 fino alla città di Arcevia allo scopo di comprendere cosa rappresenti quella strada per loro, che in quei luoghi sono nati.

    Percorrerla ed attraversarla, ognuno con mezzi di trasporto diversi (bicicletta, auto, moto ma anche a piedi) è stata l’opportunità per raccontarla con la fotografia e la scrittura comprendendo in maniera profonda aspetti fino a quel momento nascosti agli osservatori per causa della sua ovvietà.

    Come altre statali, la 360 è infatti una delle vie di transito che attraversano la regione dai monti al mare che non destano interesse e non sono mai al centro della cronaca.
    Con i loro piccoli insediamenti, i centri abitati vecchi e nuovi, le aree industriali o rurali sono vie sotto gli occhi di tutti ormai invisibili alla maggior parte delle persone che le abitano; luoghi di passaggio eppure a loro modo di vita, di storia frammentata ma soprattutto cartine tornasole della situazione sociale e culturale in cui vive l’Italia.

    In antitesi al concetto di rilevamento fine a se stesso, questo lavoro si propone come una presa di coscienza attuata per mezzo artistico di tipo individuale - prima - e collettiva - poi - che può svolgere una funzione pratica di documento sociale preziosa per la collettività e le istituzioni pubbliche.

    Durante l’incontro gli autori racconteranno l’esperienza attraverso le immagini e i testi e auspicheranno un dialogo con gli intervenuti sul lavoro svolto.

     

 

 

domenica
14 MAGGIO

OSTRA

 

  • ore 10,30 - 13,00 (1° turno)
    ore 15,30 - 19,00 (2° turno)


    EX CONVENTO DELLE CLARISSE
    (Refettorio delle suore, adiacente la Chiesa di San Rocco in piazza dei Martiri)


    Expose Yourself #9
    Un nuovo modo di intendere la lettura portfolio


    In occasione dell'evento Primavera Fotografica
     

    Evento Gratuito  // INGRESSO LIBERO
    ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
    Ecco i nomi dei fotografi partecipanti
    (in ordine alfabetico)

    ANDREA BALERCI  ..............................  (Senigallia - AN)
    SAURO BIGELLI
    ...................................... (Mondavio - PU)
    GIOVANNI CALORI
    ............................... (Piacenza)
    FRANCO CINGOLANI
    .......................... (Recanati - AN)
    ANDREA DANANI
    .................................. (Mantova - MN)
    CLAUDIO GIULIANI
    .............................. (Corinaldo - AN)
    GIANCARLA LORENZINI
    .................... (Recanati - AN)
    ANTONIO LOVISON
    .............................. (Padova - PD)
    PAOLO MANCINI
    .................................... (Ostra - AN)
    LUCIA MIMOTTI
    ..................................... (Morro D'Alba - AN)
    ANISIA NOVELLI
    ....................................  (Jesi - AN)
    BEATRICE PERTICAROLI
    .................... (Senigallia - AN)
    VALERIA PIERINI
    ..................................... (Bastia Umbra - PG)
    ALESSIO SPADONI
    ................................  (Senigallia - AN)
    ARTURO SPADONI
    .................................  (Senigallia - AN)
    FLAVIO TORRE
    ..........................................  (Lecco - LC)
    DAVIDE TRUFFO
    .....................................   (Vigonovo - VI)
    IRENA WILLARD
    .......................................  (Rimini - RN)
             

 

 

venerdì
19
MAGGIO

CAPODARCO FERMO

 

  • ore 21,30
    Teatro Nuovo - (Piazza della Libertà)


    film 
    STATION TO STATION

    di Doug Aitken (2015)

    Un evento a cura di
    Circolo del Cinema Metropolis; in collaborazione con Giornate di Fotografia

    Introduce  Simone Paglialunga e Lisa Calabrese

    Primo lungometraggio dell'artista americano Doug Aitken, Leone d'oro della Biennale di Venezia nel 1999, il film racconta il viaggio da New York a San Francisco su un treno concepito come una "scultura cinetica di luce". 62 ritratti, di 1 minuto ciascuno, che raccontano l'esperienza di viaggio di una comunità di creativi tra happening, concerti improvvisati e interventi site specific lungo la strada.
    In 24 giorni, sono state toccate oltre 4.00
    0 miglia viaggiando in treno attraverso gli Stati Uniti, dall’Atlantico al Pacifico, coinvolgendo un gruppo di artisti, musicisti e performer.

    Il film è anche un documentario che esplora il mondo della creatività moderna. Aitken non si limita più al solo mondo all’arte, ma spazia verso letteratura, musica, cibo e cinema.

    Il treno del viaggio è una scultura in movimento, un luogo dove organizzare happaning ed eventi culturali, così da coagulare nuove forme di interazione in un’esperienza unica.

    Nel cast: GIORGIO MORODER, BECK, THURSTON MOORE, PATTI SMITH, STEPHEN SHORE e tanti  altri artisti.

    Un film che esplora gli infiniti linguaggi della creatività contemporanea e il significato stesso del fare arte. Tra i momenti più belli anche il racconto di un concerto con coro gospel tenuto da Beck nel deserto del Mojave.


    ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

    Ingresso Euro 6


    [TRAILER]           

 

 

sabato
20 MAGGIO

CAPODARCO FERMO

 

 

 

  • ore 15,00 - 19,00
    Teatro Nuovo - (Piazza della Libertà)

    CONFERENZA / dibattito  
    FOTOGRAFIA COME GEOGRAFIA:
    QUALI NUOVE DIREZIONI DELLO SGUARDO?


    Autori da tutta Italia raccontano il loro lavoro in rapporto al tema Giornate.

    Moderatore: Simona Guerra

    L’incontro intende proporsi come momento di confronto, scambio di opinioni e promozione del lavoro di tutti quegli autori che hanno affrontato con la loro opera il tema della Fotografia come Geografia.

    Gli autori presenti, provenienti da varie pari d’Italia e selezionati con il bando diffuso nel febbraio 2017, si susseguiranno al tavolo dei relatori per raccontare il proprio percorso.
    Le opere verranno proiettate e seguirà un dibattito con gli intervenuti.

    Interverranno (in ordine alfabetico):

    Mariano Andreani - ASCOLI PICENO
    “Il territorio della fotografia”

    Anita Bonfiglioli - Maranello (MO)
    “Sguardi dal confine”

    Sebastiano Del Gobbo -  Montottone (FM)
    “La mappa e il territorio”

    Stefano Di Maria – CAMPOBASSO
    “La mia bandiera”

    Helena Falabino - TORINO
    “Rede mit uns”

    Francesca Loprieno - PARIGI (Francia)
    “Harnes”

    Massimo Tamberi - ANCONA
    “Remainders”

 

 

 

domenica
21 MAGGIO

CAPODARCO FERMO

 

 

  • ore 9,00 - 17,00
    Teatro Nuovo - (Piazza della Libertà)


    1° SEMINARIO 
    Script Photography
    Fotografare (e scrivere) sulla strada

    con
    Simona Guerra

    La Street Photography che il mondo della fotografia conosce bene e che indaga “la strada” in senso ampio, come luogo d’attività e di vita umana, è un genere fotografico consolidato.
    Con un gioco di sostituzione, che cambia Street in Script (parola che nel mondo latino è connessa a concetti quali segno e scrittura) ci addentriamo in un sistema di creazione che mette in connessione la freschezza della nostra fotografia più istintiva con la spontaneità delle parole che nascono dal nostro incontro visivo con il mondo.

    In questo frangente la scrittura (che non è didascalia di quel che vedo) non è insegnata per comporre un buon testo né della fotografia si insegna la tecnica; l’una è infatti utilizzata come supporto concreto dell’altra ed è sempre fondamento visibile o invisibile per produrre qualcosa di nuovo. Il percorso, che si svolge interamente in luogo aperto e itinerante, sperimenta, oltre alla fotografia, la scrittura “in movimento” e la connessione di essa con “l’agire fotografico” dell’autore.

     

    ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
    Iscrizione Obbligatoria entro il 19 MAGGIO 2017

    Modalità di iscrizione
    : Telefonare  o lasciare un SMS al numero 338/8048294
    ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

    Costo:  Euro 70

    [Dettagli del seminario]

    Il seminario verrà ripetuto 27 maggio a SENIGALLIA

 

 

sabato
27
MAGGIO

SENIGALLIA

  • ore 9,00 - 17,00
    Centro storico della città
    (il luogo verrà comunicato pochi giorni prima dell'inizio)



    2° SEMINARIO 
    Script Photography
    Fotografare (e scrivere) sulla strada

    con
    Simona Guerra

    La Street Photography che il mondo della fotografia conosce bene e che indaga “la strada” in senso ampio, come luogo d’attività e di vita umana, è un genere fotografico consolidato.
    Con un gioco di sostituzione, che cambia Street in Script (parola che nel mondo latino è connessa a concetti quali segno e scrittura) ci addentriamo in un sistema di creazione che mette in connessione la freschezza della nostra fotografia più istintiva con la spontaneità delle parole che nascono dal nostro incontro visivo con il mondo.

    In questo frangente la scrittura (che non è didascalia di quel che vedo) non è insegnata per comporre un buon testo né della fotografia si insegna la tecnica; l’una è infatti utilizzata come supporto concreto dell’altra ed è sempre fondamento visibile o invisibile per produrre qualcosa di nuovo. Il percorso, che si svolge interamente in luogo aperto e itinerante, sperimenta, oltre alla fotografia, la scrittura “in movimento” e la connessione di essa con “l’agire fotografico” dell’autore.

     

    ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::
    Iscrizione Obbligatoria entro il 25 MAGGIO 2017

    Modalità di iscrizione: Telefonare  o lasciare un SMS al numero 338/8048294
    ::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

    Costo:  Euro 70

    [Dettagli del seminario]

 

 

domenica
28 MAGGIO

ANCONA

 

 

  • ore 18,00
    Auditorium Polveriera, Parco del Cardeto       [come raggiungerci]



    Conferenza - Lezione aperta
    Vittorio Piergiovanni
    Nuove rotte nella Storia della fotografia italiana

    Relatori:
    Manfredo Manfroi, Simona Guerra, Andrea Mangialardo

     

    Vittorio Piergiovanni (1921-2010) è stato un fotografo anconetano molto attivo e riconosciuto di cui per troppo tempo si sono perse le tracce.
    Il suo lavoro è stato quello di attivissimo e premiato autore, di organizzatore di circoli e mostre, fra le Marche (e il “Centro per la Cultura nella Fotografia” di Luigi Crocenzi) e “La Gondola” di Venezia (a cui aderì su invito di Paolo Monti).
    Il lavoro di Piergiovanni con le sue preziose opere rappresenta uno dei numerosi frammenti di storia della fotografia italiana ancora quasi del tutto sommersa e sconosciuta.

    La conferenza che proponiamo, alla (ri)scoperta di un territorio ricco e prolifico quale fu la vita artistica di Piergiovanni, è paragonabile per noi alla compilazione di uno spazio prima vuoto su una grande mappa geografica: la mappa della Fotografia Italiana, in cui per tanti motivi il conosciuto è di gran lunga minore dell’ignoto.

    Con piacere vi invitiamo dunque a viaggiare con noi, alla scoperta del suo archivio e della sua storia e a festeggiare assieme il punto d’arrivo di un lungo lavoro di ricerca, studio, riordino e recupero di un patrimonio importante possibile solo grazie all’impegno di alcuni storici italiani e del generoso e attento supporto della famiglia.

    Durante l'evento sarà presente la nuova pubblicazione "Vittorio Piergiovanni" a cura dell'Archivio Piergiovanni di Ancona.

    Evento in collaborazione con l'Ass. IL MASCHERONE (Ancona)

 

Testi e immagini di questo sito web sono soggetti a diritto d'autore - Copyright © Simona Guerra e Lisa Calabrese. Tutti i diritti delle immagini e dei testi sono riservati.
È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale senza autorizzazione.

Contatti: info@giornatedifotografia.it - Tel. 347.5789593 (Lisa) - 338.8048294 (Simona)

Web Graphic Designer & Webmaster:
Lisa Calabrese

Contatore sito